fbpx

Oggi, 8 marzo, è la giornata internazionale dei diritti della donna. Partiamo dai termini: niente “auguri”, niente mimose, non c’è proprio nulla da festeggiare; al contrario, c’è tanto da imparare, dobbiamo rinnovare il nostro modo di pensare e dare vita a un mondo che sia femminista.

La nostra politica è sempre stata volta a promuovere l’eterogeneità come elemento fondamentale per il raggiungimento di traguardi sempre nuovi. Alla base di ogni scelta deve esserci sempre lo studio delle competenze del/la candidato/a e non certo il suo sesso biologico. 

 

Dati allarmanti

 

Eppure oggi in Italia, la disparità salariale uomo-donna è ancora del 10%, un uomo guadagna, a parità di posizione lavorativa, circa 4000 € all’anno più di una donna.

Senza contare le difficoltà enormi che incontrano le donne nell’ambito della scienza, un’altra data è importante da ricordare, l’11 febbraio, dal 2015, è la giornata delle donne e delle ragazze nella scienza. Quando si indicono giornate a tema è sempre perché una tematica sensibile diventi di dominio pubblico, ed è bene informarsi e sapere che ad oggi, nel settore dell’intelligenza artificiale solo un professionista su cinque è donna e che le donne che annualmente si laureano in informatica sono solo il 40%.

Facciamo in modo che questa giornata sia proficua, sponsorizziamo una politica di gender equality nel nostro ambito lavorativo, scendiamo in piazza accanto alle donne, supportiamo lo sciopero indetto da alcune organizzazioni femministe per la giornata di oggi.

 

Politica aziendale e stile di vita

 

Grace Murray Hopper, informatica, matematica e militare statunitense, ci ha lasciato, oltre a studi e scoperte, un mantra di vita:

La frase più pericolosa in assoluto è: abbiamo sempre fatto così

Questa frase è un monito alla pericolosità degli stereotipi, e chi lavora nel mondo dell’informatica, come noi, lo sa bene quanto sia fondamentale stare al passo con i tempi.

Aggiorniamoci e prendiamoci in questa giornata del tempo per riflettere. Perché innumerevoli sono le cose che taciute in questo articolo ma sono tristemente all’ordine del giorno su tutti i media, riguardo la disparità tra i sessi.

E se la nostra politica aziendale si fonda sull’aggiornamento continuo, sull’esperienza sul campo e sull’eterogeneità, che possa essere anche il nostro stile di vita, oggi e sempre